Privacy Policy Synthetica part I | Silence on Web

Synthetica part I

A distanza di un anno e mezzo dalla pubblicazione di It Will Be Blue, Silence ritorna con la presentazione del nuovo progetto “Synthetica” pubblicando in anteprima il singolo “Synthetica part I” la cui copertina è stata realizzata dall’artista francesce Chistian Jardin. Come si può intuire dal titolo, l'intero progetto sarà realizzato usando esclusivamente suoni “sintetici” e pertanto le sonorità saranno prettamente elettroniche, le stesse che si possono ascoltare in questa prima parte già disponibile nei vari stores digitali

Ed ecco cosa si dice sul brano..:

"Un brano elettronico ipnotico, con un bel tiro ritmico ed una presenza che all'ascolto cattura e convince”. 

Andrea Amati - APBeat - www.apbeat.it 

______________________

Ho avuto modo di ascoltare la nuova “fatica elettronica” del mio amico (nonchè collega musicale) Silence. La prima caratteristica che noto riguarda la bassa velocità a livello di bpm, quindi in linea con la tendenza attuale. Già dai primi secondi il brano ti immerge in una tipica sonorità elettronica ’80 (tra i vari potrei citare l’immortale Jean Michael Jarre) per poi ascoltare l’arrivo (filtrato) di una sequenza che a onor del vero ricorda un mio vecchio brano intitolato “Navigator” (all’epoca heavy-rotation di Radio 105). Il brano scorre fluido e si arricchisce con l’arrivo di una sorta di melodia mista a improvvisazione, realizzata con un personalissimo suono (tra sintetizzatore analogico e una chitarra rock 2.0).Avanti tutta Mr.Silence… music is life.

Anthony Bartoccetti (Rexanthony / Musik Research) Official Facebook: www.facebook.com/RexanthonyFB

______________________

Poco tempo fa, mi sono lasciato “rapire” in tv dalla serie “Das Boot”, storia d’amore e di spionaggio, di un viaggio tra comandanti fin troppo rampanti ed eroiche battaglie sottomarine. Chiudendo gli occhi per un attimo, proviamo a immaginare una colonna sonora diversa. Tra un ipnotizzante radar e il sibilo di un siluro, l’incedere degli ufficiali della Gestapo e i passi pesanti della Resistenza, nella mente s’inerpica la musica di Silence, al secolo Calogero “Lillo” Villareale. La nostra divagazione è figlia di quel fortunato progetto legato alla “missione” su quel che resta del Regio Sommergibile Sebastiano Veniero nel cuore del mare siciliano. Silence, in quell’occasione, seppe dare linfa vitale al documentario con una musica appropriata, suggestiva e puntuale come ogni suo intervento. Oggi, invece, ascoltiamo con grande curiosità e mai sopito interesse, “Synthetica – Part 1”. E’ il naturale prosieguo di quell’esperienza e di tutto quel che è venuto dopo. Perché step by step, Silence ha affinato le sue peculiarità di compositore e di conoscitore della musica elettronica. Il suo sound ha una visione aperta che va al passo con i tempi, che corre veloce lungo i binari della tecnologia senza dimenticare il gusto e il piacere della melodia. Un linguaggio che cresce, si fa musica ad ampio spettro investigativo. E ne rimaniamo rapiti come alieni.

Leonardo Lodato - Scrittore e Giornalista - La Sicilia

______________________

Good Job and beautiful sound! 

Alex DJ - Official Facebook: www.facebook.com/Alexdattiloofficialpage

______________________

“Elettronica pura che non cade nella ripetizione, Synthetica richiama evocative sonorità di parsoniana memoria, figlia di un talento compositivo assolutamente piacevole da ascoltare.”

Daniele Cosenza  - Fotografo - Instagram Page: https://instagram.com/igdanielecosenza

Synthetica part I


© Silence 2019