Privacy Policy Synthetica part I : l’intervista sul quotidiano La Sicilia. | Silence on Web

Synthetica part I : l’intervista sul quotidiano La Sicilia.

Si torna a parlare di Synthetica il 13 Marzo 2019 sul quotidiano La Sicilia!

Per un artista che dedica la propria vita alla musica, scegliere un “nick” come Silence, sa di provocazione bell’e buona. Calogero Villareale, in arte Silence, lo sa bene. Ma il senso di questa provocazione sta tutto nella sua musica, un mix raffinato technopop che ne esalta la propensione alla sperimentazione.

Ha ancora un senso, oggi, sperimentare con la musica elettronica?

“Certamente si, anche se sperimentare qualcosa di ’nuovo’  è diventato via via più difficile. La tecnologia moderna permette anche ai più giovani ed inesperti di creare brani elettronici grazie all’ausilio di software dedicati. Quello che fa la vera differenza è l’idea e la qualità della stessa che rende un progetto elettronico unico e piacevole da ascoltare.”

Come nasce Synthetica part I ed in che cosa consiste questo progetto?

“Synthetica part I è il primo della sequenza di brani del mio progetto Synthetica che conto di pubblicare entro giugno prossimo. L’intero progetto nasce dalla necessità di dover creare qualcosa di nuovo rispetto al mio ultimo lavoro pubblicato, il single “It Will Be Blue”, risalente a Luglio 2017. E dopo poco più di un anno di stasi artistica, nella quale ho comunque avuto modo di conoscenre nuove realtà musicali grazie anche ad alcuni viaggi in Olanda, ecco che nasce l’interpretazione sonora di una serie di emozioni raccolte in questo anni di pausa”

Una domanda provocatoria: quando si parta della tua musica, inevitabilmente, si citano ‘maestri’ come Jarre e Tangerine Dream. Non credi che sarebbe l’ora che si cominciasse a parlare della tua musica per quel che è, cioè la TUA musica?

“Assolutamente vero: chi ascolta la mia musica sente inevitabilmente l’influenza musicale di Jean Michel Jarre, dei Tangerine Dream, di Vangelis, Mike Oldfield nonchè di Alan Parson. Ma c’è chi, in realtà, ascoltando i miei brani, ha ben intuito il mio stile musicale sentendo, tra le note, l’energia che essi stessi conservano rendendo i miei brani unici  nell’ascolto e nel loro genere.”

Ritieni che ci sia spazio per eventuali collaborazioni con altri artisti, così come accaduto in passato?

“Sono sempre aperto a nuove collaborazioni ed in tal proposito vi confido un segreto se mi promettete di non svelarlo a nessuno: mentre preparo le ultime parti del progetto ’Synthetica’ , sono alla ricerca di artisti disponibili a riarrangiare alcuni miei brani del passato per poi riunirli in un nuovo futuro progetto musicale… però mi raccomando: acqua in bocca!”

Scherzi a parte, cos’è per te la musica di oggi?

“La musica rimane per me quella conosciuta circa 33 anni fa, ovvero dalla prima nota suonata su una chitarra mezza stonata da un’inesperto ma intraprendente musicista: una vera passione di vitale e necessaria importanza che si autoalimenta in ogni suo successo di qualsiasi livello ma di parimenti importanza”

LE.LOD.     

© Silence 2019