Privacy Policy Riflessioni su Synthetica | Silence on Web

Riflessioni su Synthetica

Ecco alcune personali riflessioni sulle tracce di Synthetica:

Quando decisi di comporre “Synthetica part 1" dopo quasi un anno e mezzo dalla pubblicazione di “It Will Be Blue”, sentii una necessità di dover realizzare qualcosa di nuovo e che allo stesso tempo rievochi sonorità elettroniche del passato. Ed è così che inizia il progetto “Synthetica” !

“Synthetica part 2” si può considerare un vero e proprio “valzer elettronico”. Nella prima parte del brano si possono ascoltare delle sonorità che sembrano richiamare addirittura alcuni suoni dei videogame anni ‘80 mentre nella seconda parte si ascolta un piacevole monologo di un synth che “gioca” con le stesse note del tema principale di “Synthetica part 1”. Piacevole, lento ed allo stesso tempo quasi nostalgico!

Energico! Si..: “Synthetica part 3” si può proprio definire così: ENERGICO! Dalla sua bassline alla melodia passando per la sua ritmica.. ogni suono da la sensazione di vincente ricarica.. chi ha detto che la musica elettronica debba essere necessariamente “fredda”?

Ancora energia con “Synthetica part 4”! Una melodia semplice unita ritmica elettronica martellante che si fa spazio tra l’arpeggiatore iniziale ed io solo del synth finale!

Distaccandomi un attimo dal solito genere elettronico , per “Synthetica part 5” ho preferito indirizzarmi sul genere chillout con un giro di basso che introduce arpeggiatori , synth ed una drumbase che lasciano lo spazio per un monologo di un synth che richiama una melodia etnica che si incastra perfettamente nel contesto dell’intero progetto “Synthetica”!

Nel corso della mia carriera artistica ho sempre evidenziato l’idea di inserire, in alcuni miei album, il remake di un brano classico come ad esempio : per “Chaos” ho rielaborato “Palladio” di Karl Jenkins mentre per l’album “La carezza di una nuvola” ho rielaborato la Toccata in la maggiore di Pietro Domenico Paradisi, in Italia meglio conosciuta come “la sigla dell’intervallo”. Il perché si spiega semplicemente in quanto ho sempre considerato che l’accostamento del genere classico con quello elettronico sia davvero sublime. Continuando questa scia sonora ho elaborato una personalissima fuga e l’ho inserita in un contesto elettronico/trance creando così “Synthetica part 6”!

“Synthetica part 7” ovvero la musica elettronica associata all’immaginazione di ambienti robotici, automatizzazioni ed idee futuristiche. Erano queste le immagini che affluivano nella mia mente durante la composizione del brano che sperimenta il concetto di musica del futuro quando in realtà il futuro è già arrivato.

Chiudi gli occhi. Clicca “Play” ed ascolta “Synthetica part 8” ed inizia una vero e proprio viaggio mentale tra i suoni elettronici ed allo stesso tempo armoniosi di un brano che va oltre dai soliti schemi della musica elettronica .

Per completare il progetto “Synthetica” ho pensato ad un brano che richiami, almeno nel finale, il tema principale di”Synthetica part 1” e che allo stesso tempo rispecchi più la modernità della musica elettronica , conosciuta meglio come EDM, senza distaccarsi troppo dal filone sonoro dell’intero progetto musicale!

1546782836858
© Silence 2019