Privacy Policy Blog | Silence on Web

Blog 

Viva gli anni ’80!

1476526312754

.. e si! Viva gli anni ’80, gli anni di molti attuali “teenager dentro” che hanno vissuto senza telefono cellulare, social network, connessioni internet e la moda era stravagante al punto giusto con giubbotti jeans, chiodi, scarpe con suola  rigorosamente “carro armato”, capelli impregnati di gel, occhiali Sting, …. insomma qualcuno direbbe “altri tempi!”. Ed invece no!!! Quali altri tempi??? A quanto pare gli anni ’80 stanno tornando se non addirittura essere già presente! E si, miei cari “duemila”: quella che per voi poteva sembrare una moda antiquata è sempre stata, in realtà, una imponente costante in campo artistico e sociale. Un esempio nella moda: i pantaloni femminili a vita alta che oggi vengono indossati dalle teen sono identici a quelli indossati dalle teen degli anni 80; le “Converse” non sono mai passate di moda… forse qualche accessorio è stato via via tralasciato ma la linea che divide la moda di 30 anni fa a quella attuale è molto sottile. Parliamo della musica?? Ok! In questi giorni è uscito un bellissimo album di Bruno Mars: ascoltatelo! Vi ricorda qualcosa? Non considerate il dettaglio del suono perchè ovviamente la tecnologia è comunque andata avanti ed i prodotti sono ovviamnte migliori rispetto a quelli di 30/35 anni fa. Ascoltate lo stile: vi ricorda qualcosa? E si! Certo che si! Io stesso quando lo ascoltai pensai “che bello.. molto 'anni 80’ !” E se andassimo ad ascoltare tanti altri artisti ed altrettanti altri brani, vi assicuro che già tutto è stato “ascoltato e suonato” in precedenza, che siano stati gli anni 80, 90 o addirittura 70 (brani degli anni 70 sono ancora attualissimi e vengono persino usati come colonne sonore in vari film anche d’animazione per i più giovani!) . 

Siete d’accordo?

Dedicato ai giovani artisti.

1476268610621

Quando iniziai a suonare non ero del tutto consapevole di ciò che poteva capitarmi: editori che mi chiusero la porta in faccia, pessime critiche dai peggiori ascoltatori, intellettualoidi incapaci che sconfortavano con i loro “cambia genere”.. la lista è lunga ma mi fermo qui. Ma a tutti questi io dico GRAZIE. Grazie per tutti i momenti in cui mi avete buttato giù con la quasi speranza che io smetta di realizzare, comporre, ideare la mia arte. Grazie per le vostre vane lusinghe tipo "gatto e volpe" affinché io vi paghi per trasformare quello che prima era (secondo voi) rumore e che dopo il bonifico sarebbe diventato sublime. Grazie per ogni attimo di sconforto facendomi cadere in un secondo di tristezza. Ma non avete considerato che se cadiamo è perché dobbiamo imparare a rialzarci; se pensate di essere furbi sappiate che di fronte a voi ci può essere uno ancora più furbo; se pensate di essere dei critici allora potrebbe essere solo la vostra invidia a parlare. Ai giovani artisti dico di non abbattervi e se cadete alzatevi e continuate a realizzare la vostra arte così come è migliorandola scegliendo la strada giusta durante il vostro cammino artistico. Io, come voi, non ci credevo ma eccomi qui con una pagina di Apple Music tutta per me con tanto di foto  (https://itun.es/it/Of5v9). Non importa quanto tempo passa ma la #soddisfazione arriva se credi in quel che fai. 



© Silence 2022